La via d’uscita dalla Tua allergia

Vuoi eliminare definitivamente la causa della Tua allergia al polline?

Se vuoi darti la possibilità di uscire da una “prigione invisibile”, e ritenuta dai più, come “da accettare” ed eterna…
una prigione chiamata allergia, o intolleranza, o sensibilità… (da cibo, pollini & co., polvere, peli di animali e altre sostanze),
puoi farlo con EFT, che è un metodo veramente unico nella sua semplicità e plasmabilità.
Acquistando questo infoprodotto ricevi un ebook in pdf, molto accurato e approfondito.
Il tutto completato da una serie di ben 17 video di approfondimento per imparare la tecnica velocemente ed trasformare e lasciare andare vari aspetti legati alla Tua allergia.

In ogni caso con questo metodo rinforzi il tuo sistema energetico, riequilibrando il flusso della tua energia vitale… il che vuol dire anche il tuo sistema immunitario!
Accogli subito quest’opportunità di “liberarti” in modo naturale e senza controindicazioni dalla Tua allergia.

✓ Comprenderai perché tutto ciò che hai provato finora non ha risolto il tuo problema;
✓ Scoprirai un metodo semplice e del tutto naturale che agisce sulle cause della Tua allergia e scoprirai e scioglierai molti aspetti connessi che non avresti mai immaginato;
✓ Imparerai come rinforzare al 100% il tuo sistema immunitario ritrovando libertà e benessere.

Compra subito l’infoprodotto completo a 59 Euro, comodamente qui.

Alla tua libertà

Annunci

Invito al webinar Stati Cronici Addio

Con grande piacere vi invitiamo al nuovo webinar di EFTwebcamp

Stati Cronici Addio, tenuto da Franca Liberatore (se vuoi sapere chi è Franca, clicca qui: Franca Liberatore.)

Alcuni esempi di stati cronici:

dolori fisici cronici, ansia, paura, vertigini, profonda tristezza, rabbia feroce, dolore per un lutto, povertà…

quindi dolore, emozione e stato che perdura da tanto tempo.

Si terrà il 19 gennaio alle ore 10:30.

Non mancare!

Il link del webinar verrà mandato via mail agli iscritti alla newsletter.

Ci sarà sicuramente qualche impulso per tutti!

(se non vedi il video, basta ricaricare la pagine)

EFT e le convinzioni sulla competizione

Eccomi qui con un altro set-up di EFT su delle convinzioni che possiamo avere sulla cosiddetta competizione. Il punto di vista che porto mi è stato ispirato dalla pratica di Access Consciousness, ideata da un altro Gary, stavolta un certo Gary Douglas.

Gary è un sostenitore del capitalismo benevolo. Spesso il capitalismo viene giudicato come qualcosa di “cattivo”, che fa sfruttare i deboli dai più forti, o da chi è su un gradino più in alto della scala dell’economia, ma Gary fa sciogliere le antiche convinzioni tramandateci da secoli e millenni ormai, ricordandoci se “sono nostre” e portando nuovi punti di vista…

Proprio questo mi piace e noi ci facciamo aiutare dal Tapping.

Ecco qui il set-up sulla competizione.

(se non vedi subito il video, ricarica semplicemente la pagina) 

 

Buon Tapping e dicci come è andata!

EFT sulle convinzioni economiche

(Sara) sto sperimentando quello che anche nel genio femminile prende un suo spazio,
un suo perché: le collaborazioni, la rete, la condivisione di informazioni e risorse
e mi sono ritrovata a partecipare a più progetti di economia collaborativa.
Sapete cos’è successo? Ho potuto vedere in altre persone e quindi ho potuto
lavorarci anche io… tanta tanta tanta paura… La paura del nuovo,
lo scetticismo, riaffiorano esperienze negative passate, giudizi e pregiudizi
e quant’altro… e soprattutto poca, pochissima fiducia nel proprio sentire.
Uno che ti propone un progetto, te lo sta proponendo, è un invito,
non ti sta mica incatenando alla sedie e forzando a mangiare qualcosa che non vuoi!
Eppure, la resistenza anche solo a sapere di cosa si tratta… mi ricordava
proprio questo, quasi un terrore.
Oppure ancora… una grande curiosità, una grande voglia di partecipare e
gli altrettanti grandi MA di autosabotaggio… non posso, non ho tempo, non ho soldi
(in caso fosse questo un aspetto), non ci riesco, non saprei, ci penso su…
E cosa sono se non il non credere di poter cambiare davvero la nostra realtà?
La vogliamo cambiare invece questa realtà? E non parlo quella dei progetti,
ma proprio quella delle resistenze, delle convinzioni limitanti, della paura?
Anzi, la vuoi cambiare la tua realtà? 
Se per caso il tuo Sì era fievole te lo richiedo a gran voce:
scegli di cambiare la tua realtà? 
Ah, ecco, ora ci siamo!
allora ho fatto un primo videetto giusto per scaldarci su questo tema,
e sarà mia cura pubblicare nelle prossime settimane altri video.
Sono almeno 5 aspetti che voglio trattare sull’argomento “economia e credenze”
ma prendono un aspetto del tutto nuovo, per lo meno, per me lo era, perché
ho approfondito l’argomento con la tecnica Access Consciousness…
(se non lo visualizzi subito, basta ricaricare la pagina) 

A questo piccolo video seguiranno una serie di video di Tapping.

Se vuoi essere aggiornato direttamente iscriviti alla Newsletter di EFTWebCamp!

 

EFT e i cosiddetti miracoli in un minuto

EFT e i cosiddetti miracoli in un minuto

mani-chitarra

Chi ha un minimo di esperienza in EFT o chi ha già letto i vari manuali presenti in rete o in versione cartacea, ha sentito parlare dei cosiddetti “miracoli in un minuto”. Questo particolare nome nasce dalla risoluzione di problemi, magari presenti da tantissimo tempo, in poco tempo, spesso in un giro o due di EFT. Allo stesso tempo ci viene ricordato che i “miracoli in un minuto” (d’ora in poi MiM) sono molto rari, quanto difficili da ottenere. Eppure EFT, o meglio il suo genitore naturale TFT (Thought Field Therapy), nasce con quello che si può definire MiM. Mary, affetta da fobia dell’acqua da innumerevoli anni, ha visto dissolvere la sua fobia e il suo dolore nel giro di pochi attimi, senza mai tornare. E molti degli operatori o semplici utilizzatori di EFT hanno sperimentato almeno una volta un MiM. Eppure continuano ad essere considerati rari.

Personalmente ne ho sperimentati un buon numero. Mi viene ad esempio in mente un caso personale, di cui ho l’assoluta certezza. Da che ricordo ho sempre avuto un problema di “unghie”. Sono quello che poteva essere definito un mangia-unghie. Per quanto il mio fastidioso problema non sia mai arrivato a crearmi dei danni tipo ferite, tagli, infezioni o altro, era sicuramente un problema. Non ricordo un giorno senza essermi rotto le unghie con i denti e non c’era modo, per quanto mi sforzassi, di smettere.

Un bel giorno, mentre chiacchieravo con la splendida anima che condivide con me il lavoro e altro, mi fa notare quanto le mie mani fossero brutte da vedere con quel tipo di problema. Così mi propose di fare EFT su questo. E così facemmo. Premetto che lei non è operatrice EFT (ma una bravissima ipnologa, esperta di ipnosi regressiva http://www.valentinarubino.com) e che le sue esperienze di EFT si limitano all’utilizzo su se stessa.

Mentre mi chiedeva del mio problema picchiettava lei i punti sulle mie mani e sul viso. Pochi minuti e due fiumi di liquido o lacrime cominciano ad uscire dai miei occhi (non era un pianto) mentre sento una sensazione di tensione o stanchezza scivolare via con esse. Tutto qui.

Due settimane dopo riprendo in mano la chitarra per suonare e…qualcosa non va. Non riesco a premere le corde sulla tastiera. Le mie unghie sono troppo lunghe per far poggiare correttamente i polpastrelli sulla tastiera. In quel preciso istante mi rendo conto di non aver più toccato le mie unghie, nemmeno una volta. Le mie unghie erano cresciute ad una lunghezza mai sperimentata e, preso dal divertimento della cosa, me le sono lasciate crescere per un altro paio di settimane, senza toccarle minimamente. In pratica ho dovuto imparare ad usare un tagliaunghie e prendermi cura delle mie mani. Questo in pochi momenti. Cos’è, se non un Miracolo In Un Minuto?

Altro caso: un uomo di oltre cinquanta anni che si rende conto di fumare troppo e di esserne schiavo. Non vuole smettere di fumare, consapevole del piacere che gli prova, ma spesso si sente costretto. Così, durante una dimostrazione di EFT pubblica, decide di lavorare su questo problema. Lo guido attraverso le sensazioni, i ricordi etc., fino a che, la sua momentanea voglia si attenua fino a sparire. Due mesi dopo ho occasione di risentirlo e mi conferma che dimezzato le sigarette fumate mediamente durante la giornata senza sforzo e senza fare niente di particolare. Un MiM? Mi piace considerarlo tale.

In conclusione di questo articolo voglio dare un suggerimento a chi usa abitualmente usa EFT. Per quanto sia più facile e sicuro dire che i Miracoli In Un Minuto siano rari e non si sa perché avvengano, vi suggerisco comunque di aspettarveli. Siate aperti. Non tutto è visibile e spiegabile all’uomo. Magari un giorno lo sarà, ma non toglietevi ora la possibilità di fare miracoli.

Buon picchiettamento. ☺

Luigi Mitidieri

Hai mai pensato di fare un giro di EFT al giorno?

Parte EFT giornaliero!

eftgiornaliero

 

EFT ha delle caratteristiche geniali, non ci stuferemo mai di dirlo… pratico, diciamo pure “a portata di mano”, semplice, efficace, dinamico, flessibile, si integra facilmente con altre discipline o tecniche, e ci riserva sempre nuovi tesori, se ci permettiamo di andare a scovarli.

Fare un giretto di EFT al giorno è un nostro consiglio da sempre. Per chi si ricorda, era stato creato anche un prodotto i “Tapping Tipps a 365°”.

Ma oggi possiamo davvero invitarti a una novità: l’EFT giornaliero, ideato Prima da una nostra collega e amica e poi ampliato da un altro, fra l’altro anche loro esperti qui all’EFTwebcamp, ovvero Paola Madoglio e  Matteo Oldani che sull’onda della tanto richiesta e voglia di mettere insieme le nostre forze, le nostre capacità e professionalità hanno deciso di fare partire questa nuova avventura di unire colleghi intorno a una tecnica e disciplina, come il Tapping. Con l’EFTwebcamp ci siamo riusciti, anche se speriamo di crescere ancora! E osserviamo con piacere che da allora c’è una grandissima attività e creazione di numerose iniziative nel campo del Tapping. Che bello.. L’onda si propaga, finalmente! 

La novità ancora più grande di EFT giornaliero è che è completamente gratuito… Insomma, devi trovare una grande scusa per non iscriverti hehe… qualche minuto al giorno, per tanto il tempo non è un problema, online, comodamente a casa, attraverso un’email, quindi nessuno spostamento, organizzazioni familiari o ferie dal lavoro, i soldi – scusa eliminata. Qualcos’altro?

Ah, si, forse la paura di cambiare… ma sono sicura che con EFT verrà trattata. E anche se non tratterai direttamente quella… basta dare un’occhiata ai primi temi, verranno trattate così tante sfaccettature della nostra vita fisica, psichica, emotiva, relazionale, sociale, spirituale che non sarà nemmeno necessario trattare direttamente i tuoi temi, perché gli taglierai le gambe, gli toglierai la forza, il carico energetico, le “affamerai”, perché trasformerai le colonne su cui i problemi, i disagi, si sostengono... come dei topini che mordicchiando là e mordicchiando là… distruggono anche grandi strutture… E libertà sia!

Quindi, vai subito alla pagina di EFT giornaliero e iscriviti subito. Questa bellissima iniziativa è iniziata già l’11 febbraio! Ma non ti preoccupare, rimane tutto online!

Ah, dimenticavo, sia io, Sara, che Stefano, ne facciamo parte. Ci troverai, come gli altri operatori di questo progetto per 3 volte al mese.

Nota bene: altri operatori partecipanti sono già fra i nostri esperti dell’EFTWebcamp, come Laura Rubiola, Paola La Rosa, Virna Trivellato, Paola Tranquillo. Naturalmente ci auguriamo che questo campo delle tecniche energetiche di auto-aiuto cresca sempre più e di essere artefici di tale crescita.

 

NON CONOSCI BENE EFT? 

Ottimo! non è mai troppo tardi!

L’EFT giornaliero presuppone che si conosca, almeno un po’, la tecnica del Tapping o Emotional Freedom Technique, come si sente anche chiamare.

Questo è il percorso ideale se vuoi apprendere EFT, sempre comodamente a casa tua:

logo videocorso-eftIl video-corso di EFT è un corso fatto attraverso il video (mp4) che ti trasmette tutti i contenuti del corso cosiddetto di primo livello, ovvero per l’auto-aiuto. Da questo si può richiedere di fare anche due ore di tutoring online per raggiungere anche il diploma per poter accedere poi ai successivi livelli per chi vuole approfondire.

Frequentare un corso di EFT. Come vedi ci sono davvero diversi operatori e insegnanti di EFT in tutta Italia. Se vuoi puoi guardare qui. Per quanto ci riguarda offriamo il corso di auto-aiuto proprio fra poco: il 7-8 marzo a Firenze.

 

50 e lode: EFT per l’esame di diploma a Donna

“50 e lode” EFT per l’esame di diploma a Donna

 

menopausa

 

 

La prima volta che ho sentito la parola menopausa è stato grazie ad una compagna di scuola di liceo, l’impatto non è stato dei più felici! Alessandra, la mia amica, mi raccontò di come sua madre cinquantenne in una giornata di particolare smarrimento si rifugiò al pronto soccorso in balia di una crisi di panico, perché non ricordava più dove abitava. In tutto questo aveva anche lasciato la propria auto parcheggiata in pieno sole con la spesa appena fatta, soprattutto pesce. Quando i famigliari la raggiunsero all’ospedale non ricordava nemmeno dove aveva messo la macchina. La ritrovarono il giorno dopo penso soprattutto per la puzza di pesce che emanava. Quando chiesi ad Alessandra il perché di quel comportamento con grande semplicità mi disse “Ma mia madre è in menopausa!”

Ecco il mio viaggio con la menopausa è iniziato così, e, se non avessi avuto la fortuna di incontrare altre visioni, hai voglia di picchiettarti con EFT per riprogrammare memorie e  sistemi di pensiero.

Ho avuto la fortuna di incontrare Donne straordinarie, che mi hanno mostrato il potere, la bellezza, il piacere di essere in menopausa, ma mi hanno anche fatto comprendere che per vivere questo rito di passaggio come una festa significa anche aver vissuto tutto il tuo viaggio nel femminile con grande serenità e consapevolezza. Sto parlando del menarca, degli anni di sangue, della eventuale gravidanza, della responsabilità di dare nascita non solo a bambini fisici.

Che la menopausa non sia un evento “che capita” ma una tappa del viaggio di scoperta della Donna lo dice molto bene questo detto dei Nativi Americani:

“Al menarca la donna entra nel proprio potere,

con le mestruazioni pratica il proprio potere,

in menopausa diventa il proprio potere.”

Nello stesso tempo la menopausa è un’opportunità di risveglio da anni di torpore in cui abbiamo seguito l’onda di una società “maschile”, “lineare”. Lo spiega molto bene Gail Sheely nel suo libro “il Passaggio Muto” del 1992 dove come punto di partenza della sua indagine sceglie il proprio caso personale: una vita che pareva quasi perfetta –  un matrimonio felice, una famiglia unita, il successo professionale – improvvisamente sconvolta da un fatto nuovo: la menopausa con i suoi sintomi allarmanti, a livello fisico, emotivo, mentale, spirituale e sessuale.

Non sarà uguale per tutte, come non lo sano stati gli altri passaggi di vita, ma qualcosa cambia, ognuna a suo modo. Condivido in pieno la riflessione dell’amica Franca Errani quando dice: “Non voglio negare il fastidio di certi sintomi. Naturalmente vi sono situazioni in cui un sostegno medico mirato è indispensabile (meglio se naturale), ma nella maggioranza dei casi le Donne non soffrono di menopausa, ma di … “menopausite”, la carica negativa e patologizzante che è stata messa addosso a un fenomeno naturale che si potrebbe di conseguenza attraversare con tutt’altro spirito.”

In una società dove le Donne vivono isolate le une dalle altre la conoscenza dei “saperi femminili” avviene quando qualcosa succede, e non c’è da stupirsi se la paura e il disagio accompagnano le fasi della vita della Donna.

Provate invece ad immaginare un luogo dove le Donne di tutte le età si incontrano: ci sarebbero fanciulle al loro primo sangue, donne negli anni di sangue, altre in gravidanza, che allattano, donne in menopausa, donne anziane, … in un Cerchio di Donne come questo potremmo avere la visone del nostro percorso femminile in tutta la sua pienezza e complessità, non vivremmo la nostra vita di Donna come un’esperienza extracorporea affidata all’occorrenza alla scienza medica.

In un Cerchio di Donne come questo la menopausa non ci coglierebbe impreparate, anzi ne potremmo cogliere tutta la forza. Diventeremmo un punto di riferimento, la famosa Donna Saggia, Tenitrice di Vita e Tenitrice di Morte, già perché il passaggio alla menopausa richiede di dare morte a tante aspetti di noi, a tutti i livelli. La menopausa stessa lo fa capire attraverso quell’insofferenza verso situazioni, persone, pensieri che abbiamo tollerato fino all’altro ieri, ma che ora diventano un fardello troppo pesante da portare appresso: i nostri futuri progetti richiedono un carico leggero ed essenziale.

Per far vedere alle donne un punto di vista diverso da quello presentato dai canali pubblicitari e dai luoghi comuni mi piace collezionare slogan simpatici relativi alla menopausa, tipo:

Meno-pausa … più movimento” e di certo il movimento è in tutti i sensi, non solo fisico, ma anche intellettuale, di espressione di sé, di curiosità verso se stesse, la vita e gli altri. Nelle culture native questo passaggio è un momento di tranquilla celebrazione. Libera dalle gravidanze la Donna in menopausa si può muovere verso un livello più profondo di conoscenza di sé.

Ci meritiamo alMeno una pausa” già perché abbiamo bisogno di darci il tempo di assaporare questo passaggio di vita, fare un po’ il punto della situazione. In molte culture native la celebrazione della menopausa, dopo 13 lune dall’ultima mestruazione, è accompagnata da una ricerca della visione, un viaggio dedicato a sé stesse.

Le Donne non hanno le caldane, ma ondate di energia!” non verremo certo sprecarla tutta questa energia!

E come dice Gabriella Zevi

Scopriti, scopri te stessa,

dice infatti il calore improvviso che fa scoprire la donna,

esci, viaggia,

dice lo scheletro che perde calcio se non cammina, e i muscoli non lavorano,

crea, inventa, conosci, cambia,

dice la mente che non vuole ricordare le solite cose.

Con la Menopausa la Donna può diventare il proprio potere, ovvero “prende il diploma” alla scuola della vita. Certo tutte prendiamo il diploma, anche imbottite di Lexotan o Tavor, ma ci saranno Donne che useranno questo diploma e decideranno cosa fare da grandi, ma altre lo metteranno in un cassetto senza coltivare quei sogni e desideri del cuore di cui si nutre la nostra anima.

Auguro a tutte le Donne di proseguire in bellezza il cammino intrapreso.

Ida Chechelani

EFT e le interazioni fra salute… e denaro

EFT e le interazioni fra salute… e denaro

 

imm per salute e denaro

 

 

Salute e denaro. Due argomenti che, come mai la giriamo, ce li ritroviamo puntualmente all’ordine del giorno.

Avevo iniziato a scrivere il report per l’EFT WebCamp 20l4 ed avevo in mente una bella relazione a proposito, ma non sempre le cose vanno come vorremmo andassero… e così mi sono ritrovata in coda a scrivere quest’articolo assolutamente imprevisto.

Ebbene, incomincio citando una scritta ironica letta da un foglio che da qualche tempo sta attaccato ad una parete del negozio dove a volte vado a far spesa: “I soldi non sono un problema. I soldi non ci sono.” La cito perché il giorno che l’ho notata sono rimasta sorpresa di trovare frasi simili, a mio parere fuori luogo, in un posto dove quotidianamente circola di continuo una certa quantità di denaro, ma comunque indicativa perché mette in risalto quanto sia radicata ed accettata l’idea di scarsità che opprime buona parte dell’umanità anche laddove le evidenze mostrano l’esatto contrario.

Continua a leggere

EFT e le energie naturali della terra

EFT ed il  suo coinvolgimento potenziante con l’energia naturale del magnetismo terrestre

magia

 

Noi viviamo sulla terra e sappiamo che sulla stessa sono presenti energie fra le quali il campo geomagnetico.

Quando ho conosciuto i dispositivi “QUANTUM“, mi è stato spiegato che questi dispositivi vengono informati con dei computer radionici che fanno in modo che il Quantum diventi un organizzatore delle onde elettromagnetiche.

L’acqua è una struttura coerente e l’acqua che scorre nello spazio volumentrico delle informazioni che manda il Quantum, avrà delle istruzioni organizzanti e vibrazionali.

Continua a leggere